Servizi per i PSP

PagoPA S.p.A. ha tra i suoi obiettivi quello di sviluppare e promuovere, presso le Pubbliche Amministrazioni ed enti pubblici (PA), la capillare diffusione dei sistemi di pagamento elettronico, nonché esercitare ogni attività inerente o utile rispetto all’evoluzione della Piattaforma pagoPA e della Piattaforma IO (App. “IO”), anche in collaborazione con soggetti terzi.

In questo spirito, la Società mette a disposizione dei soggetti appartenenti al settore pubblico una serie di servizi digitali innovativi, erogati grazie alla stretta collaborazione con i Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP). PagoPA S.p.A., agendo quale interlocutore e punto di contatto tra le PA e il settore privato, ha l’ambizione di semplificare e standardizzare servizi e processi, per offrire al cittadino un’esperienza sempre più soddisfacente.

Servizio Check IBAN

Il primo servizio che è possibile contrattualizzare con PagoPA S.p.A. è il cosiddetto “Check IBAN”, che mette a disposizione degli Enti una funzione per la verifica dell’IBAN comunicato dal beneficiario di una prestazione.

Nello specifico, il PSP di radicamento dell’IBAN di un soggetto privato (cittadino o impresa) fornisce all’Ente la validazione (positiva o negativa) di tale IBAN, rispetto al Codice fiscale che quel soggetto ha fornito in abbinamento al proprio IBAN, ai fini dell’erogazione di un determinato servizio (es: la disposizione di un versamento relativo a un’agevolazione concessa a quel cittadino o a quell’impresa).

Questo servizio consente di superare l’attuale processo di verifica basato su attestazioni cartacee e di prevenire rischi operativi in capo alla PA, dovuti a improprie canalizzazioni di fondi a soggetti diversi dal beneficiario. Il servizio garantisce, inoltre, la riduzione e la certezza dei tempi di validazione dell’IBAN.

Se sei un PSP, leggi la sezione qui sotto “Offerta ai PSP” per maggiori dettagli.

Offerta ai PSP

Rivolgendosi all’intero mercato dei PSP, PagoPA S.p.A. ha predisposto un accordo standard affinché ciascun prestatore possa erogare i propri servizi all’insieme delle PA - tra cui quelle aderenti alla Piattaforma IO - senza dover sottoscrivere specifiche convenzioni con ciascuna di esse. In quest’ottica, PagoPA S.p.A. si pone infatti come unico interlocutore contrattuale, sia per le PA, sia per gli operatori del sistema dei pagamenti.

L’accordo standard è così composto:

  • Lettera di Accettazione
  • Allegato 1: T&C
  • Allegato 2: Elenco soggetti aggregati

e per ogni singolo servizio:

  • Termini Aggiuntivi
  • Documentazione Correlata

Pertanto, se sei un PSP, per aderire all’offerta dovrai sottoscrivere - senza vincoli di esclusiva - la Lettera di Accettazione, manifestando così di avere accettato i relativi termini e condizioni (Allegato 1 - T&C).

Al fine di consentire e/o favorire l’aggregazione dei PSP per maggiori economie di scala nell’integrazione tecnologica tra il PSP e PagoPA S.p.A., la documentazione contrattuale può essere sottoscritta da un soggetto, per conto di una pluralità di PSP da esso aggregati (il Contraente Aggregatore); solo in tale caso, il Contraente Aggregatore dovrà compilare anche l’elenco dettagliato dei soggetti aggregati (Allegato 2 - Elenco soggetti aggregati).

A fronte della documentazione di carattere generale fin qui indicata, il Contraente dovrà altresì sottoscrivere specifici Termini Aggiuntivi, quale documentazione di carattere speciale, poiché inerente il singolo servizio erogato dal PSP.

I Termini Aggiuntivi rinviano a specifici documenti tecnici (Documentazione Correlata) che costituiscono parte integrante e sostanziale dell’accordo per il singolo servizio di riferimento.

Il primo servizio che è possibile contrattualizzare con PagoPA S.p.A. è il cosiddetto “Check IBAN” questa la relativa documentazione:

Infine, si segnala che un primo soggetto aggregatore è rappresentato da CBI S.c.p.a. che è già aderente e a cui ogni PSP, ove interessato, può già rivolgersi per accelerare e semplificare l’integrazione tecnologica con PagoPA S.p.A. (cbiglobe@cbi-org.eu).